Payday loans
Venerdì, Novembre 16, 2018
English (United Kingdom)French (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)Nederlands - nl-NLEspañol(Spanish Formal International)Italian - ItalyPolish (Poland)Português (pt-PT)Română (România)Finnish (Suomi)
Text Size
Login

IT

Documents

Order by : Name | Date | Hits [ Ascendant ]

K.25.R - IMPIEGO DEGLI ELICOTTERI IN ZONA URBANA

IMPIEGO DEGLI ELICOTTERI IN ZONA URBANA

Il presente documento è stato redatto al fine di:

-        analizzare l’incidenza che le zone urbane possono/potranno avere sull’ingaggio degli elicotteri;

-        individuare i principi dottrinali  di impiego degli elicotteri in zona urbana;

individuare le capacità (nonché le esigenze in termini di addestramento) che le forze dovranno conseguire per poter agire in maniera efficace in un tale contesto

K.24.R - ESIGENZE DELLE UNITA’ AEROMOBILI IN MATERIA DI

ESIGENZE DELLE UNITA’ AEROMOBILI IN MATERIA DI COORDINAMENTO 3D NELL’AMBITO DELLE OPERAZIONI IN PROFONDITA’

Stabilire le misure di controllo e di coordinamento dello Spazio Aereo necessarie per le operazioni aeromobili in profondità

 

F.25.R - IL RUOLO DEGLI OSSERVATORI AVANZATI

IL RUOLO DEGLI OSSERVATORI AVANZATI NEI FUTURI TEATRI DI OPERAZIONE.

Sul futuro teatro di operazioni la percezione della situazione sarà senza dubbio più sviluppata, il che comporterà certamente delle ripercussioni sul ruolo degli osservatori avanzati.Il presente studia analizza lo spettro delle operazioni future nelle quali l'osservatore avanzato potrà essere chiamato ad operare. Esso esamina la gamma dei mezzi di acquisizione obiettivi di cui l'osservatore avanzato disporrà in futuro. Tratta dell'inquadramento degli osservatori avanzati e dell'evoluzione delle strutture di coordinamento delle informazioni a livello del sistema di supporto di fuoco.Lo studio giunge ad alcune conclusioni sul futuro ruolo degli osservatori avanzati e definisce le conseguenze di tali sviluppi sulla loro formazione e addestramento.

A.18.R - Movimenti delle folle

Quali sono le modalità d’azione che una forza multinazionale, che agisce nell’ambito di operazioni di sostegno alla pace, deve attuare per fare fronte ai movimenti delle folle che potrebbero impedire l’assolvimento della missione

A.17.R - INTEGRAZIONE DI UNO O PIÙ BATTAGLIONI

INTEGRAZIONE DI UNO O PIÙ BATTAGLIONI IN UNA BRIGATA MULTINAZIONALE.

-         il processo d’integrazione di uno o più battaglioni all’interno di una brigata multinazionale, definendo le procedure comuni per ottenere una maggiore interoperabilità. L’espressione “procedure comuni” si riferisce alle procedure in vigore in seno alla NATO;

-         l’individuazione delle ripercussioni, obblighi ed altro da prevedere circa la struttura e l’organizzazione della forza multinazionale;

-         l’identificazione degli eventuali problemi che potrebbero sorgere nel corso dell’integrazione, per i Paesi che contribuiscono con i loro contingenti nazionali, nonché dei compiti derivanti dalla loro integrazione nella BMN[1].



.

 

A.15.R - UENZA NEINFLL QUADRO DELLE OPERAZIONI DI SOSTEGNO ALLA

UENZA NEINFLL QUADRO DELLE OPERAZIONI DI SOSTEGNO ALLA PACE DELLE AZIONI CIVILI-MILITARI, DELLE AZIONI PSICOLOGICHE E DELLE RELAZIONI CON I MEDIA.

Lo studio ha lo scopo di definire i fattori che influiscono sulla cooperazione civile-militare, sulle azioni psicologiche e sulle relazioni coni i media, e di analizzare come questi fattori possono essere presi in considerazione dal comandante militare e dal suo stato maggiore durante le diverse fasi di una operazione di sostegno della pace.